Ecologia moderna

Architettura organica - armonia tra l´uomo e la natura - Frank Lloyd Wright: "Fallingwater" (1934-1937)

Architettura organica – armonia tra l’uomo e la natura – Frank Lloyd Wright: “Fallingwater” (1934-1937)

Conservazione dell’ambiente e tecnologie appropriate, termini attuali per identificare movimenti di pensiero e stili di vita.
Cita Frank Lloyd Wright architetto americano: “…adattarsi alla natura, creare un legame tra la terra e la luce”. La costruzione quindi intesa come organismo vivente, facente parte di un processo dinamico. E continua: “…la casa è parte integrante del luogo, dell’ambiente e della vita dei suoi abitanti”.

Prima di noi i popoli antichi avevano individuato nell’ambiente, nella sua totalità, un percorso da seguire. Così i Greci che nel costruire le loro città orientavano le case in direzione del sole, in modo tale che il calore fruito potesse essere uguale per tutti gli abitanti; il sole era considerato dal popolo ellenico un diritto.

Oggi con metodologie seppur diverse cerchiamo di sfruttare le risorse ancora disponibili dell’ambiente circostante. In campagna con gli sfalci dei campi, la raccolta delle ramaglie, il recupero dei gusci delle noci e nocciole, ma anche in città dove la raccolta differenziata è un “onore civico”, la disponibilità verso i cosiddetti cascami è una ulteriore opportunità per il riscaldamento.

Come si riutilizza il cascame? Chi non conosce i cuscinetti riempiti di noccioli di ciliege (mantengono fortemente il calore) utili per riscaldarsi dopo essere transitati per qualche tempo sulla stufa o nel forno di casa? Si trovano nei centri benessere così come negli shop del naturale. Più semplicemente riutilizzando i rametti raccolti, si frantumano e si riutilizzano per le stufe; c’è chi li chiama pellets ma non sono altro che il frutto di un onesto riciclo a salvaguardia dell’ambiente.

Per finire con la bioarchitettura, che utilizza balle di paglia per costruire nuove case ecologiche, o usa la terra cruda per impastare e consolidare muri.

Guardarsi intorno per trovare risorse che già ci sono, per non danneggiare ulteriormente l’ambiente, un impegno per tutti.